Nel sistema creditizio è indubbia la centralità della elaborazione dei dati di bilancio di Ce.Bi. (centrale bilanci) che negli anni ‘80 nasce per una precisa esigenza del sistema bancario di omogeneizzare e centralizzare le analisi di bilancio introducendo degli standard di valutazione comuni.

La posizione dominante nell’alimentazione dei sistemi di rating delle aziende bancarie fa di Ce.bi. lo standard di riferimento nel sistema finanziario.

A questo occorre aggiungere il fatto che i dati rielaborati e gli indicatori possono essere confrontati con un campione rappresentativo individuato tenendo conto della dimensione dell’impresa, del suo settore di appartenenza e della sua geolocalizzazione. Con l’introduzione del principio contabile IFRS 9, gli operatori bancari si trovano nella condizione di dover calcolare l’assorbimento del capitale tenendo conto del potenziale rischio di perdita calcolato sull’evoluzione dell’azienda. È necessario quindi per le banche dotarsi di strumenti di valutazione della sostenibilità finanziaria calcolata oggi per domani.

In questa area si trova la congiunzione fra gli strumenti di analisi già applicati su dati di bilancio storici, con dati di bilancio prospettici, per i quali diviene necessario verificare tenuta di un business model, valutarne le potenzialità nel trasformare l’insieme dei fattori produttivi in fatturato in un contesto competitivo.

Il commercialista e l’elaborazione dei dati di bilancio

L’analisi operata dal professionista si concentra sulla situazione storica attraverso l’analisi di bilancio effettuata da CeBi. Quindi in perfetta conformità allo standard degli operatori bancari. L’apporto del commercialista è indispensabile per attuare un processo maieutico e formalizzare ciò che l’imprenditore si attende, anche solo a livello di “sentiment”.
La parte predittiva diviene centrale e l’utilizzo della piattaforma Ce.Bi. in modalità prospettica (denominata “Sintesi”) permette di costruire i bilanci prospettici in applicazione della evoluzione del modello di business e permette di formalizzare, su più possibili scenari, i flussi di cassa attesi e la sostenibilità, oltre che del modello di business, della forma di finanziamento più opportuna.

L’elaborazione dei dati di bilancio avviene indagando sulla solidità patrimoniale della società e la sua capacità di creare valore e flussi finanziari positivi.

L’utilizzo dell’analisi di elaborazione dei dati di bilancio permette di aggiungere valore in termini di conoscenza della propria situazione e pianificazione futura. La figura del commercialista è l’elemento qualificante, in quanto esperto di bilancio che è in grado di:

  • leggere ed interpretare i dati delle riclassificazioni di bilancio;
  • analizzare il bilancio per indici e per flussi;
  • evidenziare le criticità ed indicare al cliente le migliori soluzioni.

Il report utilizza le stesse logiche e gli stessi strumenti di analisi del sistema creditizio. E’ in grado quindi di mettere in evidenzia le criticità esistenti nella situazione della società. Grazie a questo sistema di elaborazione dei dati di bilancio il commercialista aiuta il proprio cliente a raggiungere molteplici obiettivi:

  • comprensione delle logiche di una valutazione circa la rischiosità percepita attraverso la lettura dei dati di bilancio;
  • comprensione della reale sostenibilità del modello di business;
  • individuazione di percorsi e processi ragionevoli di revisione del modello di business;
  • adozione di sistemi di controllo sulla gestione e di correttivi in tempi rapidi;
  • lettura del rischio percepito da parte dell’operatore finanziario.
CLICCA QUI

CONTATTACI

Se vuoi ricevere ULTERIORI INFORMAZIONI o sei interessato ai NOSTRI SERVIZI, contattaci!

Elaborazione dei dati di bilancio ultima modifica: 2018-11-25T21:44:49+00:00 da Roberto Francesco Orlandi
Condividi con tuoi amici...Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Lascia Un Commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.