I VANTAGGI FISCALI CONNESSI ALLA DONAZIONE DELLA NUDA PROPRIETA’

Con il termine “pianificazione successoria” si intende il percorso con cui si programma la trasmissione del patrimonio prima della morte del disponente.

Una corretta e tempestiva pianificazione successoria è fondamentale, poiché permette di ridurre al minimo l’impatto fiscale sui trasferimenti di ricchezza agli eredi e, allo stesso tempo, risolve all’origine le controversie che si dovessero creare nel momento della divisione dei beni.

Il risultato divisionale che risulta dal testamento può essere anticipato anche per il tramite di più donazioni ai propri discendenti.

Vediamo insieme quali sono i vantaggi fiscali connessi alla donazione della nuda proprietà.

Qualora il donante voglia mantenere il diritto di godere della cosa, invece di donare la piena proprietà, si può riservare l’usufrutto vitalizio con la possibilità di usufruire del bene percependone i canoni. Per contro, sarà tenuto a sostenere le relative imposte e le spese di ordinaria amministrazione. Inoltre, contrariamente al testamento che può essere modificato in qualsiasi momento dal disponente, la donazione non è revocabile unilateralmente ma solo per mutuo consenso.

L’aspetto fiscale

I vantaggi fiscali connessi alla donazione della nuda proprietà sono evidenti, ossia:

  • Minore base imponibile -> qualora il ricevente la donazione non possa chiedere la c.d. agevolazione prima casa, l’atto sconta le imposte ipotecarie e catastali nella misura del 2% e dell’1% sul valore catastale dell’immobile, considerando il valore della nuda proprietà e non quello della piena proprietà come invece sarebbe stato in caso di successione;
  • Il vantaggio è direttamente proporzionato alla minore età del donante -> il valore dell’usufrutto viene infatti calcolato attraverso coefficienti che tengono conto di alcune variabili quali l’età;
  • Esenzione d’imposta -> la tassazione attuale prevede l’esenzione al pagamento dell’imposta nel caso di trasferimenti ai discendenti in linea retta fino al milione di euro;
  • Agevolazione prima casa -> la donazione della nuda proprietà può godere anche delle agevolazioni fiscali per la prima casa, qualora ve ne siano i presupposti di legge e, in tal caso, le imposte ipotecarie e catastali non sono proporzionali (2% e 1%) ma nella misura fissa di 200 euro ciascuna.

In definitiva, la pianificazione successoria rappresenta quindi uno strumento per evitare che il patrimonio costruito faticosamente nel tempo possa essere intaccato da prelievi fiscali, o che sia fonte di dissidi familiari in fase di successione.

Gli articoli del Codice Civile che disciplinano la materia delle successioni risalgono al lontano 1942 e sono distanti dall’evoluzione subita dalla società in ambito di famiglia, per questo motivo, la figura del consulente patrimoniale è diventata sempre più strategica nel prendere per mano i clienti e guidarli verso la soluzione adatta alle proprie esigenze.

CLICCA QUI

CONTATTACI

Se vuoi ricevere ULTERIORI INFORMAZIONI o sei interessato ai NOSTRI SERVIZI, contattaci!

I VANTAGGI FISCALI CONNESSI ALLA DONAZIONE DELLA NUDA PROPRIETA’ ultima modifica: 2022-03-25T15:45:44+02:00 da Serena Tomasetta

Lascia Un Commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.