Senza categoria

7
Apr

VANTAGGIO DISTRIBUZIONE DI UTILI PRODOTTI FINO AL 2017 ENTRO IL 2022

Il 2022 è l’ultimo anno affinché le persone fisiche residenti in Italia, detentori di partecipazioni qualificate, possono beneficiare del regime transitorio di tassazione dei dividendi formati con utili prodotti fino al 2017.

Leggi tutto
28
Mar

BONUS CARBURANTE

Il nuovo DL 21 marzo 2022 n. 21, ha introdotto il nuovo bonus carburante.

Il bonus carburante stabilisce che per l’anno 2022 i buoni benzina ceduti a titolo gratuito da aziende private ai propri lavoratori, nel limite di euro 200, non concorrono alla formazione del reddito per il dipendente e il costo per l’azienda sarà totalmente deducibile.

Leggi tutto
25
Mar

I VANTAGGI FISCALI CONNESSI ALLA DONAZIONE DELLA NUDA PROPRIETA’

Con il termine “pianificazione successoria” si intende il percorso con cui si programma la trasmissione del patrimonio prima della morte del disponente.

Una corretta e tempestiva pianificazione successoria è fondamentale, poiché permette di ridurre al minimo l’impatto fiscale sui trasferimenti di ricchezza agli eredi e, allo stesso tempo, risolve all’origine le controversie che si dovessero creare nel momento della divisione dei beni.

Il risultato divisionale che risulta dal testamento può essere anticipato anche per il tramite di più donazioni ai propri discendenti.

Vediamo insieme quali sono i vantaggi fiscali connessi alla donazione della nuda proprietà.

Leggi tutto
24
Feb

Perdite 2021: rinviato l’obbligo di ricostituzione del capitale sociale

Le perdite qualificate emerse nel bilancio d’esercizio 2021 non fanno scattare, così come avvenuto per il bilancio 2020 per le perdite 2021, l’obbligo di ricostituzione del capitale sociale delle S.p.A. e delle S.r.l.

A stabilirlo è la legge di conversione del decreto Milleproroghe, confermando anche per il 2021 la disapplicazione del comma 1 degli art. 2446 e 2482-bis, sospendendo le norme riguardanti:

Leggi tutto
10
Mag

Incentivi fiscali per chi investe in start-up e pmi innovative

I soggetti passivi Irpef, che effettuano un investimento agevolato, in una o più start-up innovative o Pmi innovative, possono detrarre dall’imposta lorda, un importo pari al 30% dei conferimenti rilevanti effettuati, per importo non superiore a € 1.000.000, in ciascun periodo d’imposta. I soggetti passivi Ires possono dedurre dal proprio reddito complessivo un importo pari al 30% dei conferimenti rilevanti effettuati per un importo non superiore a € 1.800.000 per ciascun periodo d’imposta. Il D.M. 7.05.2019 contiene le istruzioni operative per la fruizione e applicazione delle agevolazioni senza far menzione delle novità previste dall’art. 1, c. 218 L. 145/2018 in quanto ancora soggette all’autorizzazione della Commissione Europea

Leggi tutto