Il nuovo DL 21 marzo 2022 n. 21, ha introdotto il nuovo bonus carburante.

Il bonus carburante stabilisce che per l’anno 2022 i buoni benzina ceduti a titolo gratuito da aziende private ai propri lavoratori, nel limite di euro 200, non concorrono alla formazione del reddito per il dipendente e il costo per l’azienda sarà totalmente deducibile.

Il bonus carburante non concorre a formare il reddito di lavoro dipendente se complessivamente nel periodo d’imposta, il valore dei beni ceduti o servizi prestati a titolo gratuito non superi il limite di 258,23 euro.

Attenzione! Se la somma dei fringe benefit concessi al dipendente dovesse superare la soglia dei 258,23 allora lo stesso bonus carburante concorrerà interamente alla formazione del reddito per il dipendente.

Quindi se l’azienda concede gratuitamente dei buoni carburante al proprio dipendente nel limite massimo di 200 euro (per lavoratore), l’azienda si dedurrà totalmente il costo e il dipendente non subirà alcuna tassazione sull’importo ricevuto (rispettando però il limite dei 258,23 euro).

CLICCA QUI

CONTATTACI

Se vuoi ricevere ULTERIORI INFORMAZIONI o sei interessato ai NOSTRI SERVIZI, contattaci!

BONUS CARBURANTE ultima modifica: 2022-03-28T12:43:11+02:00 da Stefano Orlandi

Lascia Un Commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.