Incentivi fiscali per chi investe in start-up e pmi innovative

I soggetti passivi Irpef, che effettuano un investimento agevolato, in una o più start-up innovative o Pmi innovative, possono detrarre dall’imposta lorda, un importo pari al 30% dei conferimenti rilevanti effettuati, per importo non superiore a € 1.000.000, in ciascun periodo d’imposta. I soggetti passivi Ires possono dedurre dal proprio reddito complessivo un importo pari al 30% dei conferimenti rilevanti effettuati per un importo non superiore a € 1.800.000 per ciascun periodo d’imposta. Il D.M. 7.05.2019 contiene le istruzioni operative per la fruizione e applicazione delle agevolazioni senza far menzione delle novità previste dall’art. 1, c. 218 L. 145/2018 in quanto ancora soggette all’autorizzazione della Commissione Europea

Ambito applicativo

Soggetti beneficiari

Le agevolazioni si applicano ai soggetti passivi Irpef, nonché ai soggetti passivi Ires, che effettuano un investimento agevolato, in una o più start-up innovative o PMI innovative ammissibili nei periodi di imposta successivi a quello in corso al 31.12.2016.

Oggetto dell’agevolazione

Le agevolazioni si applicano ai conferimenti in denaro iscritti alla voce del capitale sociale e della riserva da sovrapprezzo delle azioni o quote delle start-up innovative, delle PMI innovative ammissibili o delle società di capitali che investono prevalentemente in start-up innovative o PMI innovative ammissibili .

L’investimento agevolato può essere effettuato indirettamente per il tramite di organismi di investimento collettivo del risparmio o altre società di capitali che investono prevalentemente in start-up innovative o PMI innovative ammissibili.

Agevolazioni per investimenti in start-up innovative

Persone fisiche

I soggetti passivi Irpef possono detrarre dall’imposta lorda, un importo pari al 30% dei conferimenti rilevanti effettuati, per importo non superiore a € 1.000.000, in ciascun periodo d’imposta.

Per i soci di società in nome collettivo e in accomandita semplice l’importo per il quale spetta la detrazione è determinato in proporzione alle rispettive quote di partecipazione agli utili e il limite si applica con riferimento al conferimento in denaro effettuato dalla società.

Se la detrazione è di ammontare superiore all’imposta lorda, l’eccedenza può essere portata in detrazione dall’imposta lorda sul reddito delle persone fisiche dovuta nei periodi di imposta successivi, ma non oltre il 3°, fino a concorrenza del suo ammontare.

Soggetti Ires

I soggetti passivi Ires possono dedurre dal reddito complessivo un importo pari al 30% dei conferimenti rilevanti effettuati, per importo non superiore a € 1.800.000, per ciascun periodo d’imposta.

Se la deduzione è di ammontare superiore al reddito complessivo dichiarato, l’eccedenza può essere computata in aumento dell’importo deducibile dal reddito complessivo dei periodi di imposta successivi, ma non oltre il 3°, fino a concorrenza del suo ammontare.

Requisiti

Le agevolazioni spettano a condizione che gli investitori ricevano e conservino:

  • una certificazione della start-up innovativa o PMI innovativa ammissibile che attesti di non avere superato il limite;
  • copia del piano di investimento della start-up innovativa o PMI innovativa ammissibile.

Limite

Le agevolazioni spettano fino a un ammontare complessivo dei conferimenti ammissibili non superiore a € 15.000.000 per ciascuna start-up innovativa o PMI innovativa ammissibile.

Ai fini del calcolo di tale ammontare massimo rilevano tutti i conferimenti agevolabili ricevuti dalla start-up innovativa o PMI innovativa ammissibile nei periodi di imposta di vigenza del regime agevolativo.

Cumulabilità

Le agevolazioni possono essere cumulate dai contribuenti con le altre misure di favore disposte dall’art. 27 D.L. 179/2012 (esenzione del reddito di lavoro derivante da assegnazione di strumenti finanziari per dipendenti, collaboratori e amministratori della start up o PMI innovativa).

CLICCA QUI

CONTATTACI

Se vuoi ricevere ULTERIORI INFORMAZIONI o sei interessato ai NOSTRI SERVIZI, contattaci!

Incentivi fiscali per chi investe in start-up e pmi innovative ultima modifica: 2020-05-10T23:22:57+02:00 da Roberto Francesco Orlandi

Lascia Un Commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.